5 strumenti di marketing da conoscere
Digital Marketing | Strategie di Marketing

5 strumenti di marketing classici che devi conoscere

In questo articolo ti parlo di cinque strumenti di marketing ‘classici’ che sono ancora oggi estremamente rilevanti per tutti i tipi di business e che dovresti assolutamente conoscere.

5 strumenti di marketing da conoscere

Questi modelli sono alcuni dei primi framework ad essere introdotti a chi studia marketing, e anche se sono stati creati prima dell’era digitale, le idee e le strategie che stanno dietro a questi strumenti sono più rilevanti che mai e puoi sicuramente applicarle al tuo progetto digitale.

Business Model Canvas

La business model canvas è un documento di una pagina che riassume i punti fondamentali della tua strategia di marketing. Ogni sezione corrisponde a una parte specifica della tua strategia, dai collaboratori, al ‘valore’ che porti al cliente ai costi e ricavi del business.

  • Partner chiave (i tuoi fornitori, distributori, collaboratori ecc.)
  • Attività principali (quali sono gli step da seguire)
  • Risorse da usare (di quali risorse e strumenti hai bisogno per far funzionare il tuo business)
  • Value proposition (a cosa serve il tuo prodotto/servizio? cosa lo differenzia dagli altri?)
  • Customer relationship (come interagisci con i tuoi clienti/potenziali clienti?)
  • Canali (come raggiungerai potenziali clienti? attraverso quali canali online e offline?)
  • Segmenti di consumatori – Chi sono i tuoi consumatori? Puoi dividerli in diversi segmenti?
  • Struttura di costi – Quali costi devi sostenere per il tuo business (dalla creazione del prodotto/servizio al marketing?
  • Canali di ricavi – Quali sono le tue fonti di ricavi?

Su internet ci sono tanti strumenti gratuiti per creare la tua business model canvas personalizzata. Personalmente ti consiglio Miro che è molto semplice e intuitivo.

Analisi SWOT

Tra gli strumenti di marketing classici, l’analisi SWOT è quello più usato per analizzare la situazione attuale del tuo business. Questo tipo di analisi è stato introdotto da Albert Humphrey negli anni ’60 e si focalizza sull’individuare:

5 strumenti di marketing da conoscere - Analisi SWOT
  • Fattori interni:
    • I tuoi punti di forza (strenghts)
    • I tuoi punti di debolezza (weaknesses)
  • Fattori esterni
    • Le opportunità per il tuo business (Opportunities)
    • Le minacce per il tuo business (threats)

Si tratta di un modello estremamente semplice che può essere utilizzato anche da chi non ha particolari conoscenze strategiche o di marketing. Altri vantaggi della SWOT sono il fatto che sia utile al fine di analizzare non solo il proprio business ma anche quello di competitors, e che differenzi chiaramente tra i fattori interni ed esterni ad un business.

Per fare un’analisi SWOT ti basta prendere un foglio e dividerlo in quattro sezioni, ma se vuoi qualcosa di più elaborato, ti consiglio di provare il tool dedicato proprio alla SWOT di Creately.

Customer Journey Map

5 strumenti di marketing da conoscere - Customer journey

Questo modello, come anticipa il nome, ha come obiettivo quello di rappresentare il percorso che il consumatore compie verso la conoscenza o acquisto del tuo prodotto/servizio.

Il modello serve quindi a ‘mappare’ ogni punto di contatto tra il cliente e il business, sottolineando le aspettative, motivazioni e desideri dell’utente/consumatore. Questo ti aiuterà ad individuare eventuali problematiche che potrebbero impedire la conversione del potenziale cliente a cliente effettivo e assicurarti che il processo sia il lineare e positivo per l’utente.

Prima di fare la tua customer journey map, ricorda di analizzare bene il tuo cliente target definendone caratteristiche e desideri. Solo in questo modo potrai compilare il tuo customer journey correttamente!

Come creare nel concreto una customer journey map? Prova strumenti come uxpressia, che ti permettono di compilare gratuitamente ogni step del percorso del tuo potenziale cliente.

Mappa di posizionamento

Al fine di comprendere il modo in cui il tuo business si potrebbe posizionare sul mercato di riferimento e come potrebbe essere percepito dai clienti, è fondamentale utilizzare una mappa di posizionamento.

5 strumenti di marketing da conoscere -  Mappa di posizionamento
  • Questo strumento è particolarmente utile nella fase di ideazione di un nuovo prodotto o servizio, perché ti permette di identificare nuove opportunità nel mercato e capire come il tuo business potrebbe inserirsi all’interno di esso differenziandosi così dai competitors.
  • La mappa di posizionamento ti aiuta anche a definire il modo in cui i tuoi consumatori potrebbero percepire il prodotto/cosa pensano di esso attualmente.

Un classico modo di usare la mappa è inserire tutti i brand appartenenti a un determinato mercato all’interno dello schema (dove ogni quadrante rappresenta una caratteristica diversa, di solito un beneficio del prodotto). Un esempio è posizionare i brand sulla base della qualità/prezzo.

Anche per la mappa di posizionamento puoi utilizzare strumenti come Miro.

PESTEL ANALYSIS

Infine, veniamo ad un altro strumento classico di marketing che viene di solito utilizzato insieme alla SWOT: l’analisi PESTEL.

A differenza della SWOT, che si concentra sulla differenza tra fattori interni ed esterni al business, la PESTEL si focalizza su tutti i fattori esterni, divisi per aree, che potrebbero avere un impatto sulla tua attività.

Ecco tutti i fattori da considerare per un’analisi PESTEL. Ovviamente, i diversi fattori potrebbero essere più o meno rilevanti in base alla tipologia specifica di business:

5 strumenti di marketing da conoscere - Analisi PESTEL
  • P – Elementi politici (stabilità del governo, regolamentazioni per importazioni/esportazioni ecc.)
  • E – Elementi economici (reddito medio della popolazione, distribuzione della ricchezza ecc.)
  • S – Elementi sociali (livello di educazione, cultura ecc.)
  • T – Elementi tecnologici (utilizzo di determinate tecnologie, accesso a infrastrutture ecc.)
  • E – Elementi ambientali (environmental) –
  • L – Elementi legali (tasse, regolamentazioni sul lavoro, copyright, privacy ecc.)

Puoi usare Miro anche per strutturare la tua analisi PESTEL.

Vuoi altri consigli sul digital marketing? Iscriviti alla mia newsletter dedicata!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.